torna indietro

Termina oggi l’edizione 2016 del SIAL di Parigi, l’appuntamento biennale che riunisce tutti gli operatori del settore agroalimentare che ruotano attorno alle grandi sfide mondiali.

Forte di un’importante presenza mondiale, il SIAL ha sviluppato un ruolo di osservatorio privilegiato e riconosciuto delle tendenze e delle innovazioni provenienti da tutto il mondo.

Questa edizione ha avuto una portata ancora maggiore rispetto a tutte le edizioni che l’hanno preceduto.  Il Sial 2016 ha visto la partecipazione di 7 mila espositori, il 10% in più rispetto a due anni fa, di cui l’85% di provenienza straniera. Tutto il mondo dell’alimentare ha, dunque, risposto all’appello, seppure alcuni Paesi abbiano rivestito un peso strategico maggiore. Tra questi, in prima fila, ritroviamo l’Italia che, attraverso le sue aziende dell’agroalimentare, è diventato un partner fondamentale del Sial.

Urbani Tartufi, eccellenza del made in Italy,  leader mondiale del settore del tartufo e più recentemente anche dei funghi, è stata protagonista di questa edizione presentando due innovazioni senza precedenti: la pizza al VERO tartufo gourmet congelata e l’oro di tartufo, una polvere “magica” capace di trasformare in oro di tartufo ogni piatto, donando il piacere che solo il diamante della terra può dare a vista, gusto e olfatto.

Due innovazioni che hanno ricevuto grande risalto a livello internazionale richiamando l’attenzione di protagonisti mondiali dell’agroalimentare e rendendo lo spazio espositivo di Urbani, un luogo d’ispirazione e d’incontro irrinunciabile dell’industria agroalimentare internazionale.

“Questo importante appuntamento che ispira l’alimentazione mondiale”, ha detto Olga Urbani, presente con il cugino Carlo ed il figlio Luca, “rappresenta una sfida ambiziosa per chi, come noi, vede un importante punto di forza nell’innovazione. Un rinnovarsi continuo nel rispetto delle tradizioni e di un consumatore che, come qualcuno ha fatto giustamente notare, ormai è un “consum’attore”, che sa ben fare le sue scelte.

La nostra azienda partecipa al Sial fin dalla sua prima edizione! Non voglio dire esattamente quante decine di anni sono per non scoprirmi troppo vecchia!

Bene sappiamo cosa richiede una fiera come questa,

un po’ come la citta’ che la ospita, chiede il massimo. E da anni Urbani

risponde con impegno e grande studio alle nuove esigenze, riuscendo a vincere le sfide di oggi e inventando le sfide di domani”

Le innovazioni presentate da Urbani Tartufi al SIAL hanno riscosso successo perché Urbani ha abituato il pubblico del “luxury food” a prodotti studiati, che sono in linea con le normative e sono garantiti da certificazioni e processi qualificanti che nel mondo del tartufo non e’ facile trovare.

La pizza al tartufo gourmet congelata, progetto ideato e seguito da Francesco Loreti Urbani, giovane manager dell’Azienda, è un progetto innovativo che spicca in un mercato molto inflazionato e più improntato alla ricerca del prezzo più basso che alla qualità degli ingredienti. Questa pizza  vanta un livello qualitativo elevato: la qualità di ogni pizza è garantita da una lievitazione di 48 ore, dall’abilità di 88 pizzaioli che stendono l’impasto a mano per poi cuocerlo in forni a legna di alta qualità. Il condimento delle pizze è realizzato con prodotti VERI, parliamo quindi di vero tartufo e di veri funghi, prodotti freschi e garantiti da due marchi che fanno della qualità il loro portabandiera: ITALPIZZA e URBANI TARTUFI.

E così che due mondi che a primo acchito sembrano distanti, la pizza, consumata dai giovani in ogni occasione, e il tartufo, con connotazione più luxury, si incontrano in un connubio che davvero ha incuriosito tutti.

Come la rappresentazione della storia con le sue tradizioni che incontra il presente, la creatività delle nuove generazioni che si fonde con l’esperienza delle generazioni passate.

immagine-1

 

 

immagine-1-b

E un pizzico di capriccio per l’ ” ORO  DI TARTUFO” , pezzettini di

tartufo nero trasformati in oro. Anche l’occhio vuole la sua parte.

immagine-2

Ma le novita’ non sono mica finite…stay tuned!