torna indietro

Esperienze di gusto e assaggi di cultura per l’inaugurazione del bellissimo locale Pacape’ di Aversa, la nuova location attenta al buon cibo e allo star bene a tavola dove pochi giorni fa l’Alleanza dei cuochi Slow Food ha presentato il nuovo punto di riferimento della ristorazione normanna.

Un progetto dello chef Nino Cannavale, nato per regalare formazione e tecnica ai giovani che vogliono avvicinarsi al mondo delle ricette e dei fornelli: “Pacapè deve essere un vero e proprio teatro del gusto. I giovani che si alterneranno nella cucina del nostro ristorante saranno la vera prova del coinvolgimento totale che vogliamo offrire alle risorse del territorio”.

Tra gli illustri ospiti, dirigenti dello Slow Food e giornalisti, molte eccellenze del Made in Italy. Per l’azienda Urbani Tartufi presenti Francesco Urbani, proprietario con la famiglia della Urbani Tartufi, e il Direttore commerciale del settore funghi Franco Montemaggiore.

E’ stato il giovane manager dell’Azienda, Francesco, a presentare davanti ai dirigenti del presidio Slowfood, la storia della propria famiglia, l’azienda Urbani, le caratteristiche del pregiatissimo fungo ipogeo approfittando di un’occasione mondana per fare cultura su un alimento di cui molti parlano ma di cui pochi conoscono veramente le grandi possibilità. E’ così che i giovani aspiranti chef hanno potuto ascoltare come impreziosire un piatto al tartufo, come esaltare le caratteristiche del diamante della terra e rendere onore al Re della tavola.

“L’intento della nostra azienda non è solo vendere tartufo, ci sentiamo chiamati da una missione più grande: fare cultura con il cibo” ha dichiarato Francesco Urbani, “allontanarci dalle mistificazioni che il mercato propone, tornando a parlare finalmente solo di alimenti pregiati veri, della Terra che li produce e del nostro Paese che ne è portabandiera. Noi nuove generazioni dobbiamo fare un passo indietro e guardare alla tradizione, alla genuinità antica, con gli occhi rivolti anche al futuro per non dimenticare da dove veniamo e costruire nuove basi solide per quello che saremo. Le eccellenze della nostra Terra devono essere valorizzate cercando di ottenere sempre il meglio dai prodotti che ci offre”

Grande finale con la degustazione del semifreddo al vero tartufo che ha estasiato tutti i partecipanti.

Il semifreddo al vero tartufo bianco, realizzato da Urbani Tartufi con la collaborazione del grandissimo chef Nino Cannavale, è una delle ultime novità Urbani che sta riscuotendo già grandi consensi internazionali.

“Un’esplosione di gusto senza precedenti”, ha detto Franco Montemaggiore “il primo semifreddo al vero tartufo che prosegue l’impegno di Urbani verso linee di prodotti che presentino al loro interno tartufo vero e non aromi, altro importante esempio l’olio Unico che in questi giorni sta spopolando al Winter Fancy Food Show di New York, anch’esso con all’interno Vero tartufo. Una linea di prodotti dal successo internazionale che ripaga l’Azienda degli studi e dell’impegno che da sei generazioni caratterizzano ogni grande successo”