torna indietro

Tra sei mesi l’apertura di FICO EATALY WORLD: più di 6 milioni di visitatori attesi, di cui 2 dagli Usa, 40 aziende agroalimentari, un’area didattica, un grande mercato e ampio spazio dedicato alle tradizioni e alla cultura italiana, questo in breve il programma di una filiera produttiva che farà scuola nel vero senso della parola, la forza delle nostre tradizioni racchiusa in 80000 mq di parco tematico.

Urbani Tartufi, leader mondiale del settore, sta allestendo da mesi un grande spazio: 350 mq destinati a ristorazione e vendita prodotti, un’ area meeting di 300 mq e una grande tartufaia di 550 mq.

Cosa potrete scoprire visitando le aree Urbani? Sentiamolo dalle parole di Olga Urbani, proprietaria con la famiglia della Urbani Tartufi e conosciuta a livello mondiale come “La Regina del Tartufo”.

«L’esperienza di FICO sarà qualcosa di entusiasmante per i nostri visitatori», racconta con emozione Olga Urbani, «stiamo lavorando per consentire ai nostri ospiti di vivere il tartufo da protagonisti, abbiamo realizzato a questo proposito delle vere tartufaie per mostrare come si cerca il pregiato fungo ipogeo, per far conoscere i metodi di raccolta, spiegare le caratteristiche del terreno, come se ci trovassimo in uno dei nostri preziosi boschi alla ricerca dell’oro della terra. Dalla raccolta e spiegazione delle caratteristiche del tartufo, passeremo a raccontare la sua storia, buona parte della quale, lo dico con orgoglio, segue i medesimi passi della storia della mia famiglia. Sarà quindi un piacere raccontare come i miei bisnonni abbiano conquistato l’America con un prodotto sconosciuto oltreoceano ricevendo grandi apprezzamenti, un successo che, con piacere, abbiamo condiviso con l’intera nazione portando il Made in Italy a livelli davvero sorprendenti. Passeremo quindi agli assaggi, i presenti potranno gustare il tartufo cucinato in modo tradizionale e anche piatti nuovi, nati dal continuo studio dei nostri rinomati Chef internazionali che, seguendo lo spirito che contraddistingue Urbani da sei generazioni, realizzano importanti connubi tra tradizione e innovazione riuscendo sempre ad offrire prodotti nuovi che rispecchino i gusti del nostro tempo. Per fare alcuni esempi: l’oro di tartufo, il semifreddo al tartufo, le pizze congelate al tartufo fresco.

Luxury food, qualità e cultura per proseguire l’impegno con Eataly iniziato ad Expo, un impegno che con Patron Farinetti ha portato la nostra azienda a far nascere tanti ristoranti del tartufo nel mondo, tante vetrine di prodotti sempre nuovi dal grande consenso di pubblico, da ricordare anche le cooking class organizzate da Urbani nei tanti negozi Eataly mondiali . Saranno inoltre presenti eleganti esposizioni dei prodotti Urbani: tartufi interi, salse, pronti al tartufo, cioccolatini e la nuova linea di funghi porcini Urbani di qualità eccellente. E non finisce qui…la novità più grande  sarà un’altra: da un’idea di Francesco Loreti Urbani  nasce TRUFFLELAND, un’azienda specializzata nella produzione di piante da tartufo, un grande investimento per chiunque abbia terra da coltivare! Sara’ un modo di riportare i giovani all’agricoltura, all’amore per la terra, ai valori di un tempo lontano. I visitatori potranno quindi diventare parte attiva della coltivazione e collaborare ad un progetto senza precedenti.

Questo è lo spirito che vorremmo trasmettere ai giovani che visiteranno la nostra tartufaia e gli altri spazi espositivi: far conoscere quello che è stato  per gettare le basi di quello che sarà. Mio padre amava ricordare che “Urbani nel mondo significa tartufo”, adesso questo è ancora più vero ed ha un respiro ancora più grande: Urbani significa tartufo nei ristoranti di tutto il mondo ma significa anche, in modo sempre più forte, cultura del tartufo, promozione della nostra Terra e possibilità di lavoro per molte persone. Un ringraziamento particolare al designer Andrea Rocchi di Elan Contract di Perugia che ha realizzato i nostri spazi con grande professionalità»