torna indietro

E’ nella magica atmosfera dell’Auditorium San Domenico di Narni, sulle note del piano della grandissima Cristiana Pegoraro, direttrice dell’evento, che si è svolta una delle serate del Narnia Festival, un evento che ha visto arte e impegno sociale uniti in un susseguirsi di emozioni che ha lasciato i pubblico estasiato e che la RAI stessa ha in parte trasmesso sul primo canale nazionale per condividere un messaggio che ha valenza universale. Il Narnia Festival, che ha ottenuto per la terza volta la medaglia del Presidente della Repubblica, ha infatti dedicato quest’anno un pensiero particolare all’Umbria colpita dal sisma. Un evento che abbraccia diverse forme d’arte alla ricerca della contaminazione culturale e che mantiene come suo centro la musica.
Nei giorni del Festival il pubblico ha potuto toccare con mano l’eccellenza dell’arte con la presentazione di un concerto teatralizzato per pianoforte e orchestra con protagonista al pianoforte Cristiana Pecoraro, l’incredibile pianista che tutto il mondo ci invidia, accompagnata dall’Orchestra Filarmonica Città di Roma diretta dal Maestro Lorenzo Porzio.
Oltre ai concerti tante le iniziative collaterali come corsi di formazione, approfondimenti, premi,concorsi internazionali, mostre.
Un particolare riconoscimento a chi per l’Umbria, per l’Italia e per il proprio impegno internazionale, lavora ogni giorno incessantemente e con immensa passione.
E’ proprio in questo intento che Olga Urbani, proprietaria con la famiglia di Urbani Tartufi, azienda leader mondiale del settore del tartufo,ha ricevuto l’importante Leone d’argento alla carriera, “un premio che non è un punto di arrivo”, come ha detto Olga Urbani “ma un impegno e una promessa per il futuro perché in un mondo che ha sempre più bisogno di passione, di arte in ogni sua forma e di impegno personale, l’errore più grande sarebbe sentirsi arrivati”.
Olga Urbani continua così a collezionare successi personali ed a calcare i palcoscenici più prestigiosi dove il suo impegno professionale, fiore all’occhiello mondiale del Made in Italy, trova riconoscimenti e grandi consensi.
“Vorrei ringraziare una grande donna, una grande artista ma soprattutto una grande amica”, ha proseguito Olga Urbani, “che non solo tiene alto il nome dell’arte italiana nel mondo ma che con immenso entusiasmo si dedica a diffondere messaggi di fiducia ai giovani, riuscendo a portare la sua arte in ogni contesto ed a dipingere con le emozioni tutto ciò che le note della sua musica toccano. Grazie dal profondo del mio cuore Cristina”