Da sempre l’azienda Urbani è la famiglia Urbani che, da 6 generazioni, si dedica con amore e passione al tartufo


Una discendenza che inizia con Costantino Urbani nel 1852, quando avviò l’esportazione dei tartufi freschi in Francia, a Carprentas, creando così una corrente di affari che sono andati sempre più ingrandendosi. Velocemente l’esportazione si diffuse in Francia, Germania, Svizzera e, di pari passo, anche nelle altre regioni d’Italia. Dopo di lui arriva Paolo Urbani Senior e successivamente Carlo Urbani che, con l’insostituibile aiuto di sua moglie Olga, non solo diventa pioniere della tartuficoltura in Italia ma anche un grande imprenditore che riesce a riorganizzare l’azienda intorno ai suoi cari cercatori: i cavatori. Così nasce la Urbani Tartufi che tutto il mondo oggi conosce. E allora, come oggi, un solo impulso ci muove ogni giorno: l’amore per il tartufo. Paolo e Bruno Urbani, figli di Carlo ed Olga senior, rappresentano la quarta generazione a cui si deve la trasformazione di un’azienda bella e grande, ma ancora familiare, in una vera e propria industria meccanizzata e tecnologicamente avanzata. Paolo Urbani, che riuscì davvero a dare un volto nuovo al gioiello di famiglia, fu insignito anche del titolo di Cavaliere del Lavoro con la motivazione di essere riuscito a creare, intorno al tartufo, una vera e propria realtà economica, fiore all'occhiello dell’Italia nel mondo. Bruno Urbani è alla guida attualmente del Gruppo, dopo aver rivestito importanti e prestigiose cariche pubbliche sia nel mondo dell’industria italiana che nel mondo bancario. Ora si dedica incessantemente alla sua attività, maestro prezioso per le nuove e future leve.
L’attuale generazione Urbani composta da Olga, Carlo e Giammarco, ha dato vita ad importanti filiali estere e a realtà come il Museo del Tartufo, l’Accademia del Tartufo e la Urbani Travel&Tours. Olga, figlia di Paolo, dirige i diversi settori dell’azienda e gestisce con coraggio l’amministrazione del gruppo, le pubbliche relazioni, l’immagine aziendale, gli affari legali e societari della Urbani e delle sue consociate. Giammarco, figlio di Bruno e già manager di successo, guida la direzione commerciale Italia, gli USA ed i nuovi mercati emergenti. Sua è l’intuizione di allargarsi al mondo dei funghi inaugurando la linea Urbani Funghi. Carlo invece, anche lui figlio di Bruno, segue i mercati esteri e l’Italia, assicurando la distribuzione capillare del fresco e dei prodotti conservati. Con Luca e Francesco Loreti, figli di Olga, si è arrivati alla sesta generazione in azienda. Luca, sotto l’attenta guida dello zio Carlo, lavora da qualche anno nel settore marketing estero. Francesco, invece, dopo aver iniziato a muovere i primi passi nella selezione del tartufo fresco, è passato al suo primo grande progetto: la tartuficoltura. Si impegna anche, con un entusiasmo incredibile tipico della sua giovane età (21 anni), in campo commerciale per l’azienda dei funghi, sia in Italia che all’estero, sotto la guida paziente dello zio Bruno e dello zio Giammarco. Ultima nata Ginevra, figlia di Giammarco e Paola Urbani, da sempre al fianco del marito nella sua attività imprenditoriale, oggi sindaco del Comune di Scheggino. Ginevra che ha soltanto quattro anni, piange quando, in visita in azienda, la vogliono riportare a casa. Segno che il tartufo di famiglia conquista sempre tutti coloro che entrano in contatto con il sapore affascinante di questo “family affair”!

Il ricordo del cavalier Paolo Urbani


Una vita dedicata alla famiglia, al lavoro e alla passione per il tartufo, con le quali ha saputo costruire passo dopo passo l’azienda oggi leader mondiale del settore. In onore del Cavalier Paolo Urbani, la figlia Olga ha realizzato un libro per commemorare un uomo indimenticabile, un imprenditore di successo ed un grande maestro di vita, non solo per i suoi famigliari ma per molti che hanno avuto il privilegio di conoscerlo. Una tenace difesa del tartufo, della sua storia, della sua conoscenza ma, soprattutto, della sua sopravvivenza e tutela nel futuro.
Questo è il fine che la Fondazione “Paolo Urbani” si pone. Tutte le attività, che saranno interamente finanziate dalla famiglia Urbani finché avrà vita, sono rivolte a risolvere problemi impellenti del settore, come la carenza di leggi, l’inadeguatezza delle normative, l’assenza di regolamenti o, laddove esistano, assicurarsi che vengano applicati secondo un principio di uguaglianza. Inoltre la Fondazione Paolo Urbani in unione con l’Università dei Sapori di Perugia, ha dato vita a delle borse di studio, delle aule e dei corsi di laurea intitolati al Cavaliere del Lavoro Paolo Urbani, per mantenere viva la memoria del suo operato per sempre.

IN ITALIA E ALL’ESTERO CON 9 SEDI, 5 MARCHI E 300 PROFESSIONISTI: QUESTI SONO I NUMERI DEL GRUPPO URBANI CHE È ARRIVATO AD OGGI A TOCCARE LA QUOTA DI MERCATO MONDIALE DEL 70%


L’headquarter internazionale si trova presso gli stabilimenti della Urbani Tartufi, a Sant’Anatolia di Narco, in provincia di Perugia. Qui lavorano 150 dipendenti che utilizzano tecnologie innovative per la lavorazione e la conservazione del tartufo, tecnologie che ne esaltano le caratteristiche naturali e ne permettono nuove occasioni d’uso. L’organizzazione attenta ed integrata del ciclo produttivo e la qualificata preparazione della rete di vendita, consentono di portare il prodotto sulle tavole dei buongustai di tutto il mondo, nelle stesse condizioni in cui lo si sarebbe potuto apprezzare sul luogo di consumazione. Insieme a quello di Sant’Anatolia, è presente lo stabilimento produttivo di Terni. Oltre alle due sedi ubicate in Umbria, la Urbani Tartufi è presente ad Alba, con la Tartufalba Morra, e a Milano con il suo store situato nel centro della capitale lombarda vicino a piazza Cinque Giornate. Oltre alla Urbani Tartufi c’è la Urbani Funghi, divisione del Gruppo dedita alla commercializzazione di funghi porcini secchi e surgelati, insieme a molte altre varietà. La divisione nasce grazie all’intuito di Giammarco Urbani, il quale ha portato a termine diverse acquisizioni di stabilimenti di raccolta e selezione in alcuni paesi dell’Est Europa.
Urbani Funghi offre un vasto assortimento di referenze ad un target di clientela che ricerca il prodotto di alta qualità, contenuto in confezioni che ne valorizzano l’immagine e ne garantiscono la conservazione nel migliore dei modi ad un prezzo competitivo. Nello stabilimento italiano la Urbani Funghi si occupa del confezionamento e della commercializzazione dei funghi surgelati e secchi, provenienti dai nostri stabilimenti dei Balcani. Una volta che vengono trasferiti i funghi si procede ad un’ulteriore selezione, controllandoli e catalogandoli per poi stoccarli con i relativi lotti di produzione nelle capienti celle frigorifere dell'azienda. Importante ricordare il ruolo prezioso svolto da Franco Montemaggiore, manager indiscusso di questo considerevole settore. Molto importante è la presenza all’estero del Gruppo Urbani attraverso il marchio Urbani Truffles, con sedi e collegamenti in tutti i maggiori paesi del mondo, come quelle presenti in cinque città degli USA: New York (headquarter americano), Chicago, Los Angeles, Las Vegas e San Francisco. Sempre a livello internazionale, l’ultima nata, la sede di Manila nelle Filippine.