Torna Indietro

Convegno: La tartuficoltura secondo Truffleland. Successo di pubblico e tante curiosità alla fiera di Arischia (AQ)

23 October 2018

Il miglior modo per prevedere il futuro è inventarlo. E’ questa la grande sfida che Truffleland sta portando avanti con sempre maggiore riscontro di consensi, dimostrando che il processo alchemico della trasformazione della terra in “diamanti” con Truffleland non è più una leggenda.

Se ne è parlato sabato 13 ottobre alla fiera di Arischia (AQ) al convegno “ La tartuficoltura secondo Truffleland”, organizzato dall’azienda agricola Truffleland in collaborazione con l’Associazione Aquila Fiere  e il Collegio provinciale degli Agrotecnici di L’Aquila.

 

Il riscontro di pubblico non è mancato, molti i tartuficultori presenti, tante le curiosità e le domande rivolte non solo ai rappresentati dell’azienda, la Dott.ssa Irene Giunta e Riccardo Cesari, ma anche alla stessa Olga Urbani che, insieme al figlio Francesco Loreti Urbani,, ideatore del progetto e giovane forza dell’azienda, si trovava tra il pubblico a sostegno del progetto ed ha voluto portare il proprio sentito contributo.

Un progetto, Truffleland, che mette d’accordo diverse generazioni, affondando le radici nella tradizione del passato e tendendo i rami al futuro, una scommessa senza precedenti che rappresenta attualmente un grande investimento per chiunque abbia terra da coltivare. Un’agricoltura dell’eccellenza, coltivare tartufi, un modo di riportare i giovani al primo nobile lavoro dell’uomo, l’agricoltura, riscoprendo i valori di un tempo lontano.

Tanti gli argomenti affrontati, partendo da una presentazione generale di Truffleland, delle strutture a sua disposizione, delle piante tartufigene, ma soprattutto del progetto aziendale, fino ad una spiegazione pratica delle operazioni colturali da svolgere per l’impianto e gestione di una tartufaia.

Cos’è in breve Truffleland?

 Nata nel 2017, Truffleland opera nel settore vivaistico della produzione di piante tartufigene, attraverso un sistema che dà origine ad un tartufo di qualità superiore, grazie ad un modello virtuoso di agricoltura redditizia.

A capo di questo progetto vi sono tartuficoltori esperti pronti ad accompagnare il cliente in ogni fase della sua avventura. Studiando insieme i progetti, forniscono piante adatte ai diversi terreni, fortemente micorrizate e senza agenti inquinanti.

Grazie al network mondiale di Urbani Tartufi, inoltre, i tecnici di Truffleland ritireranno e pagheranno immediatamente i tartufi al prezzo corrente di mercato. Ciò significa avere la certezza di un acquirente sicuro che consente di monetizzare il raccolto alla fine del percorso di crescita della piantina, a condizioni chiare e garantite dalla solidità di un grande gruppo imprenditoriale.

Tante le novità anticipate in merito al progetto:

–       Ricerca scientifica

–       Masterschool

–       S.M.A.R.T Farm, Azienda 4.0 (leggi di più QUI

–       Allevamento, addestramento e vendita cani da tartufo; sostenendo in particolare il Grifo Nero Valnerino)

Sostegno della biodiversità ed eliminazione del rischio di estinzione del Tartufo italiano!” , questo il principale obiettivo aziendale.

 Gli Urbani continuano così la loro leadership internazionale in uno dei settori più pregiati e luxury al mondo, mettendo a disposizione la tecnica, la conoscenza e le emozioni. Il resto, come amano ripetere, lo fa la terra e quello che manca lo aggiunge il sole.

Per saperne di più ed per entrare a far parte del progetto visita il sito http://truffleland.com e leggi QUI l’intervista a Francesco e Luca Loreti Urbani