torna indietro

È da pochi giorni rientrato in Italia lo staff Urbani Tartufi da Colonia in Germania, dove ha partecipato alla fiera internazionale “ANUGA 2017”, considerata tra i più importanti appuntamenti al mondo dedicati al food & beverage, evento che quest’anno ha visto l’Italia protagonista incoronando ANUGA fiera capitale dell’agroalimentare italiano. Tante le aziende che hanno partecipato e molte quelle in lista di attesa visti i severi parametri richiesti per l’ingresso.

Numerosi sono stati i visitatori, circa 160 mila provenienti da 192 paesi del mondo, e grande è stato il successo per il Made in Italy dove Urbani Tartufi ha potuto brillare tra le varie aziende presenti con un elegante spazio espositivo e la nuova linea di prodotti al tartufo bianco e nero, che hanno riscosso un successo internazionale. Tra le novità più apprezzate, tutte al vero tartufo, un nuovo gustosissimo “Gelato al Tartufo”, le patatine, le pizze surgelate al tartufo e l’oro di tartufo, scaglie di tartufo disidratato ricoperte di vero oro che aggiungono un tocco “luxury” ad ogni creazione, oltre ad un gusto squisito di tartufo.

Presente, in rappresentanza della famiglia Urbani, Luca Loreti Urbani, uno dei giovani di famiglia impegnato in campo internazionale, in particolar modo nei paesi asiatici dove segue da vicino l’evolversi della nuova frontiera del mercato del tartufo. Ed anche in Cina, chi vorrà, potrà trovare Urbani Tartufi alla prestigiosa fiere “FHC” di Shanghai. Ma le presenze di Urbani Tartufi non finiscono qui. Tante le collaborazioni culinarie internazionali che portano alla nascita di prodotti in cui la tradizione si fonde con l’innovazione. Gli appassionati potranno degustare i prodotti Urbani cucinati sul posto dagli chef dell’Accademia del Tartufo presso la fiera “SIAL” di Parigi, “TUTTOFOOD” a Milano, “CIBUS” a Parma, “FANCY FOOD” di New York e di San Francisco, “ALIMENTARIA” di Barcellona, “SIRHA” di Lione e “SIGEP” di Rimini oltre che in concomitanza di importanti eventi culinari nazionali e internazionali come l’ultimo che si è svolto a Lussemburgo chiamato “CIAO ITALIA”.